Didattica per competenze

La competenza è un modo di essere della persona che ne valorizza tutte le potenzialità. Lavorare per l’acquisizione di competenze vuol dire “instillare” negli studenti la consapevolezza dei propri talenti e la relazione con la realtà attraverso la curiosità. Lavorare per competenze pone gli studenti, nei confronti dei contenuti disciplinari, su un livello reale, allenandoli a riconoscere le criticità e le opportunità che si presentano, ad assumere responsabilità autonome, consapevoli di partecipare ad un processo comune di crescita interculturale.

La didattica delle competenze si fonda sul presupposto che gli studenti apprendono meglio quando costruiscono il loro sapere attraverso situazioni fondate sull’esperienza. Guidando gli studenti a perseguire interessi, il loro coinvolgimento, la loro produttività e i loro talenti possono raggiungere livelli molto elevati. L’insegnante è una guida, un facilitatore in grado di porre domande, proporre strategie per risolvere problemi,  sostenere gli studenti nel passaggio e uso di ciò che sanno fare in nuovi contesti. Le evidenze di una valutazione autentica, basata su prove reali sono costituite dai “prodotti” dell’attività degli studenti, insieme a comportamenti e atteggiamenti che essi manifestano. In  questa visione la scuola si valorizza, integrandosi con il contesto territoriale con cui condivide la responsabilità educativa e da cui può ricavare occasioni e stimoli per arricchire i percorsi formativi degli studenti.

.